ARTS & BOOKS · beauty & outfit

Rose: ministro della moda

download.jpgProsegue la rubrica che vede protagoniste le Donne nell’arte ma quella che oggi vi presento  non ha a che fare con la pittura ma con le creazioni d’abiti : figura emblematica e prima modista della storia della moda, Rose Bertin,  ha dettato legge per tutta la metà del ‘700 avendo legato la sua vita a doppio filo con la  Regina Maria Antonietta , che la scelse come sarta personale (e chi non ha sognato sugli abiti imponenti indossati di kirsten Dunst nel film di Sofia Coppola!). Prima ancora di Chanel, Rose Bertin conferì alla Francia il primato nel mondo, in fatto di moda e di stile femminile.44fcfb08ec9ea4a7c74989c966dda657.jpg

Mademoiselle Bertin nacque nel 1747 in Piccardia da una famiglia di umili origini e di scarsa istruzione. Trasferitasi  a Parigi  lavorò come sarta e fu subito apprezzata da tutte le nobildonne francesi per il suo gusto ed estro tanto che fu presentata alla Regina Maria Antonietta, che innamoratasi delle sue creazioni le diede i mezzi per aprire una sua boutique chiamata “Au Grand Mogol”. Due volte la settimana veniva incaricata dalla sovrana di farle visita, e quando questo avveniva Maria Antonietta lasciava sole le sue dame recandosi con la sua modista prediletta negli appartamenti privati di Versailles per discutere e lanciare nuove mode.

images (1).jpg Dal 1774 Mademioselle Bertin era la più influente merchandes de modes di Maria Antonietta; tutto ciò sollevò inevitabili invidie e stuoli d’imitatori, data la sua grande influenza. Ogni capriccio e desiderio della Regina era esaudito da Mademoiselle Bertin. Nel suo negozio vendeva articoli già confezionati come grandi cuffie, mantelline, fazzoletti di seta, ciabattine ricamate e altri ninnoli. L’influenza della Bertin era così forte che venne soprannominata “ Ministro della Moda”.5234b9f177f3426f1594c9b9e4987656.jpgUn altro trionfo della Bertin furono i “pouf aux sentiments”, cappellini concepiti insieme all’acconciatore Fisionomista Leonard Autié composti da strani marchingegni; premendo infatti  una molla sbocciava una rosa.  Ma il declino della Bertin incominciò con la Rivoluzione Francese: Rose fu considerata responsabile dei lussi sfrenati della regina, tanto che i rivoluzionari bruciarono tutti gli abiti. images (2).jpgRose emigrò a Londra, confezionò per la regina l’abito nero che la sovrana indossò per mesi dalla data della morte del marito re fino alla sua stessa decapitazione. Rose Morì all’età di 66 anni. 5ae9e6a5d07e488349462e4f0fe51017La sua storia ci insegna che attraverso un abito, quella che prima era solo una giovane sovrana impaurita e fragile, in un lampo divenne icona della moda e fashion victim dell’epoca  grazie alla  maestria e alla creatività di un’artista modista, coraggiosa e abile.

Daniela

Foto pinterest e dal film Marie Antoniette di Sofia  Coppola

Annunci

32 thoughts on “Rose: ministro della moda

  1. Estro, genialità e passione sono di sicuro delle componenti attive più che importanti per il successo….Certo, una spintarella “regale” come in questo caso, non poteva che mettere ancor più in luce la creatività e inventiva che Rose regalava con le sue creazioni 🙂

    Liked by 1 persona

  2. Acquistai il libro sulla sua biografia non appena uscì qualche anno fa, avevo letto una recensione che mi aveva lasciata sbalordita e dedicai subito un post a questo personaggio strepitoso, una donna che va ricordata perché ha lasciato la sua impronta nella storia, grazie per averla ricordata qui oggi, carissima Daniela !

    Ti abbraccio con tutto il cuore augurandoti uno splendido weekend

    XOX Dany

    Liked by 1 persona

    1. carissima dany, non poteva sfuggire in effetti alla tua sensibilità spiccata di donna elegante dall’animo nobile, questa eroica modista che rivoluzionò la storia della moda in francia e nel mondo… la biografia non l ho letta ma senz’altro la aggiungo alla mia wishlist dei libri da avere:)
      buon weekend a te carissima
      daniela

      Mi piace

  3. Che bello questo post! Adoro il periodo della Rivoluzione Francese (colpa di Lady Oscar!) e il personaggio di Maria Antonietta mi ha sempre affascinato molto. Avevo sentito parlare della sua sarta ma non avevo mai approfondito la cosa…grazie per averne parlato tu 🙂

    Liked by 1 persona

  4. Ciao Daniela, bellissimo post, non conoscevo questa donna, grazie per averle dedicato un post! Mi piace molto questo periodo storico, quindi mi ha interessato ancora di più 😉
    Buon we 🙂

    Liked by 1 persona

  5. Mi sono sempre chiesta… Ma come facevano a quel tempo a lavare quei vestiti … Con crinolina pizzi e seta? Le strade erano di terra battuta è tempo l’ orlo s’ impolverasse .., … Affascinante questo mondo … Riesci a spaziare sempre tra arte, cucina, sentimenti, moda!

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...