decor

tea party with Alice

john tenniel.png
john tenniel

C’era un tavolo apparecchiato sotto un albero di fronte alla casa, la Lepre Marzolina e il Cappellaio prendevano il te’. E, ancora, ‘Prendi un po’ di vino’, disse la Lepre Marzolina con un tono invitante. Alice si guardo’ intorno ma da ogni parte non vide altro che te’
(Lewis Carrol, Alice nel paese delle meraviglie)

 

Ci sono favole destinate a rimanere nell’ immaginario collettivo della gente di tutte le età e a tenerci compagnia per tutta la vita. Una tra tutte, Alice nel paese delle meraviglie …

mart.jpg
dalla mostra del mart

Interessante e controversa è stata la mostra che ho visitato nel 2012 al Mart di Rovereto incentrata su Lewis Caroll il creatore di Alice.

È un tema che affascina e che contagia ormai da parecchi anni tutte le  organizzatrice di eventi. Le wedding planner più “navigate” avrete notato che propongono spesso un matrimonio stile Alice e il suo sfarzoso tavolo scombussolante e carico di tazzine piene di tè, biscottini con ghiaccia reale e orologi appesi qua e là…

 

La scena  della favola di Alice che incanta  è senza dubbio quella  del tea-party tenuto dal Cappellaio Matto; l’immagine di un tè formale in cui si svolgono conversazioni educate e si scambiano pettegolezzi sta diventando popolare un po’ in tutte le culture. Tutti, dai bambini alle duchesse, amano i tea-party!

sul web ho scoperto che Ci sono tre metodi tradizionali per offrire del cibo a un tea-party. Per una festa a metà pomeriggio, bisogna servire un “low tea” con qualche dolce e snack salati oppure un “cream tea” meno formale con delle focaccine, panna rappresa e marmellata. I tè durante i pasti principali (fra le 17 e le 19) sono chiamati “high tea” e di solito prevedono dei piatti più corposi come delle torte salate di carne, delle quiche o altri piatti saporiti e sostanziosi.

Ecco allora che se il tea party avrà luogo dentro casa,  per  familiarizzare già con la fiaba è simpatico  decorare la parete con graziosi stickers (da etsy):

oppure attaccate semplicemente delle carte da gioco  al lampadario per un effetto “wow”!

d’obbligo sarebbe organizzare  un tea party alla Alice in wonderland fuori all’aperto. Creare l’atmosfera magica è facile e divertente:  decorate l’ambiente con una vecchia valigia riempita di orologi (che ricorda il Bianconiglio)  e frasi celebri del romanzo scritte su bigliettini, appendete cornici con orologi ai rami degli alberi, e queste lavagnette che indicano:” di qui per il tea party del Cappellaio matto” sono perfette!

 

Oggi anche  i designer sembrano aver scoperto il fascino incantato delle fiabe… la bacchetta magica a volte sostituisce la matita… Se ci tenete al servizio di porcellana in perfetto stile Alice  Kuhn Keramik propone una teiera spiritosa mentre   AMARA fa al caso vostro con i personaggi  dipinti a mano.

te
dal blog ma petite maison

l’ideatrice del blog ma petite maison crea dei delicati filtri di tè in stoffa fatti a mano molto indicati per l’occasione, con l’immagine del cappellaio matto e tutti gli altri spiritosi personaggi che popolano la fiaba.

Coinvolgere i bambini sarà piacevolissimo per loro e per voi:allestite un piccolo tavolo per loro e ricordate di servire solo infusi di frutta o un roibos agrumato senza teina! Esistono graziosissime dolls in stile Alice in Wonderland! Oppure procuratevi una shopper bag bianca e azzurra  per loro dove raccogliere i giocattoli e le finte tazzine!vestiteli a tema anche se Carnevale è passato per i bambini è sempre l’ora di una festa!

*************************************************************

Questi sono solo i miei modesti suggerimenti …Ma chi meglio di una blogger esperta di tè poteva illustrare con garbo e precisione la cerimonia del tea party in stile Alice?

Carlotta di five o clock  (non a caso ha chiamato il blog  Five O clock!   come vuole la buona tradizione inglese, viene aggiornato sempre e solo alle 17 per essere  l’appuntamento quotidiano per tutti gli amanti di questa affascinante bevanda!) , fa davvero al caso nostro dedicando un piacevolissimo post a riguardo. In breve vi riporto gli appunti fondamentali presi proprio dal suo blog.

per un perfetto tea party alla Alice in Wonderland serve:

  1. Tavola. Non c’è bisogno di mascherarsi da cappellaio matto o da bianconiglio ma un po’ di atmosfera ci vuole: un bel tavolo lungo, una tovaglia color pastello e tante sedie, sgabelli, poltroncine,… del resto non si sa mai chi potrebbe unirsi alla festa!
  2. Tazze. Abolite le tazze tutte uguali! È il momento di tirare fuori tutti i servizi spaiati, anche rovinati, tazze e tazzine di diverso colore e forma ma meglio se con il loro piattino abbinato e un cucchiaino da tè. Le mug non sono proprio indicate, meglio qualcosa di piùbritish, ma in caso mettete anche quelle, magari preferendo quelle con la stampa a fiori, un po’ stile shabby chic.
  3. Teiere. Stessa cosa per la teiera: tiratene fuori diverse per forma, dimensione, colore… Meglio le classiche in porcellana piuttosto che quelle di ghisa o in vetro.
  4. Tè. Tante teiere, tante tazze, tanto tè. Potete scegliere un sapore diverso per teiera oppure puntare su poche tipologie di tè. Visto che l’autore del romanzo, Lewis Caroll, era inglese, consiglio gusti anglosassoni come darjeeling english breakfast , afternoon tea, ear grey per esempio. Rimanendo in tema: tenete al centro della tavola anche un bricco con il latte (che ognuno potrà aggiungere a piacere come consiglia Orwell nel suo celebre trattato)  e un piattino con qualche zolletta di zucchero.
  5. Dolce e salato. il romanzoAlice nel paese delle meraviglie è pieno di riferimenti al cibo e che in ogni caso, in ogni tea party che si rispetti, sono necessari panini  salati e una o due torte (per esempio una Victoria Sponge e una crostata ben fatta) o tipi di dolcetti. Se vogliamo restare più legati all’originale di Lewis Caroll, meglio dei biscotti con la scritta in ghiaccia reale“Eat Me” o dei funghetti realizzati con le meringhe

Vi invito a visitare la pagina per ampliare l’argomento e visto che ci siete date un occhio anche a tutto il blog! E’ bellissimo!

link del blog

*******************************************************************

anna.jpg

Mi piaceva poi concludere con una foto (in tema) a me molto cara. …. ♥♥  Lo riconoscete? Sì questo è Central Park di New York e la favolosa scultura della scena del tè di Alice e gli altri personaggi…

Ops! La graziosa donzella in scarpe ginniche è Anna (la mia gemellina) dopo aver gareggiato nel 2015 nella celebre N.Y. Marathon!!!!  ♥♥ Forse  lì seduta aspettava il tè?!

finisco il mio te e vi aspetto al prossimo party..ops! Post!!!! 

Daniela

 

Annunci

32 thoughts on “tea party with Alice

    1. caspita barbara…lo vedo solo ora…se sapevo che l avevi pure tu un articolo così bello ti linkavo di certo nel mio post…sono andata a cercare nel tuo blog sotto la categoria favole e non ho trovato alice….uffa che peccato ..ti avrei linkato con molto piacere…
      sarà per un altra volta di sicuro…promesso:-)

      Mi piace

  1. Adoro il libro, ma ho imparato ad apprezzarlo solo a vent’anni suonati, quando l’ho studiato per l’esame di Inglese I all’Università. Da piccola, ricordo di aver odiato il cartone. Tutto quel nonsense, per l’appunto, non riuscivo a coglierlo. Poi invece è stato amore. PS. Voglio uno Stregatto. *___*

    Liked by 1 persona

  2. Bellissimo questo post, adoro il tea che devo prendere rigorosamente alle 17 succeda quel che succeda, amo la favola di Alice per il suo contenuto femminista, adoro la porcellana…insomma è il post perfetto! A proposito per chi è un po’ fissato con me per i servizi da té anche Wedgwood ha dedicato un set ad Alice, alla Tegina di cuori…da perdere la testa! 😉

    Liked by 1 persona

  3. Mi sono immersa in questo post con l’entusiasmo e l’impazienza di una bambina in un negozio di caramelle ( o di me stessa con la palettina di legno in mano quando devo scegliere quale tisana imbustare e portarmi a casetta )….Nel mio “non lavoro” ho, ed ho avuto, l’occasione di collaborare con wedding planner e altri professionisti del matrimonio e non posso che confermare in pieno ciò che dici, l’ambientazione sempre attuale e gradevole della favola, raccontata con accenni shabby chic e l’intramontabile eleganza del the all’inglese riscuote sempre ed indiscutibilmente moltissimo successo, mi è bastato scoprire il nuovo interesse riscoperto (finalmente) e tutto dedicato alle rose antiche inglesi, fiori maestosi e profumatissimi che in un matrimonio possono creare scenografie mozzafiato, ed in un tea party che si rispetti non dovrebbero mancare. C’è da dire che il the di suo mette in campo tutti gli effetti speciali disponibili in quanto a colori, aromi e profumi, e poi chi non si è mai ritrovato ammaliato nell’ammirare i vortici colorati che si rincorrono, scontrano e creano magiche alchimie quasi psichedeliche quando si immerge la bustina e la si lascia in infusione nell’acqua calda? Io tutti i giorni, ad ogni tazza…. 🙂

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...