cook

Pappardelle di primavera

“..sostavo rapito davanti agli asparagi, aspersi d’oltremare e di rosa, e il cui gambo, delicatamente spruzzettato di viola e d’azzurro, declina insensibilmente fino al piede – pur ancora sudicio del terriccio del campo – in iridescenze che non sono terrene. Mi sembrava che quelle sfumature celesti palesassero le deliziose creature che s’eran divertite a prender forma di ortaggi.”M.Proust

Le domeniche di aprile a pranzo non mancano mai sulla mia tavola gli asparagi. L ortaggio che più di tutti profuma di primavera. La verità è che li adoro, bianchi o verdi che siano, ne mangerei a scorpacciate con le uova, poi nel risotto, nella pasta al forno, nelle vellutate , nei tortini salati e nelle pappardelle. Sono lontani i tempi in cui io e Chicco, di buonora alla domenica mattina, correvamo per i sentieri impervi a caccia di asparagi selvatici (era una vera e propria caccia, perché erano in molti i paesani di tutte le età,  qui in zona avidi di questo ortaggio, non so se era più per il loro sapore , o per il gusto di trovarli, tanto erano rari!) . E sono proprio le pappardelle , la ricetta a base di asparagi che voglio condividere con voi oggi. Un piatto veloce ma perfetto per il pranzo delle domeniche di primavera, quelle dove la mattinata trascorre fuori tra un innaffiatura e una sistemata alle aromatiche. Un modo gentile per portare in tavola il sapore della terra, un fil rouge tra giardino e orto. Perché gli asparagi sono anche belli da vedere! Ricordano la forma delle spighe di grano ma dal colore verdissimo e non sono solo teneri e freschi come una primizia primaverile, hanno anche quel sapore delicato e unico che non stanca mai.

Ecco la mia ricetta per: Pappardelle agli asparagi

Ingredienti (per due persone): un mazzetto di asparagi verdi da circa 500 , mezzo porro, un filo d olio evo,   e pepe q.b., 200gr di lasagne (io ho usato le veneziane senza glutine) ,un cucchiaio di panna da cucina, 50 gr pecorino gratuggiato, a piacere qualche foglia di aneto o maggiorana.

Preparazione: preparare il sugo agli asparagi dopo averli lavati e e pelati, fatti a pezzetti piccoli con il porro tritato grossolanamente, il tutto con un filo d olio evo, sale e pepe aggiungendo un bicchiere d acqua per cuocere dolcemente. Quando il sugo è pronto procedere con la cottura delle pappardelle in abbondante acqua salata. A fine cottura, scolare e unire il sugo di asparagi verdi aggiungendo panna e pecorino, a piacere qualche foglia di aneto o maggiorana per guarnire.

Daniela

Foto mie

8 pensieri riguardo “Pappardelle di primavera

  1. Gli asparagi verdi con le uova sode, una delle chicche della mia infanzia e della mia adolescenza. Una festa quando mia mamma le metteva in tavola e una delusione quando il piatto finiva. Sì perché lei dosava sempre tutto in maniera tale da non toglierti il desiderio… ora lei non c’è più e io di asparagi ne acquisto pochi, preferisco andare a caccia di quelli selvatici che finalmente mio marito ha imparato ad apprezzare e a godere anche delle ore perse a cercarli. Insomma l’asparago è da sempre legato ai miei ricordi….
    Buona primavera a te 💖

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...