cook · my home & me

melagrana…ed è subito nostalgia…

20120324_003235“La felicità è come un chicco di melograno,
Spesso così piccola da essere invisibile
all’occhio che non riesce a guardare lontano
al di là del canto, delle stelle e del proprio cortile”  ( Hamid Misk)

0831c791e696980a37e1e0836f5ad94d.jpgCi sono  cantucci, minuscoli frammenti di  casa mia, quella dove sono nata e cresciuta intendo,  che lo so,  rimarranno immutati nel tempo. Minuzie, particolari piccolissimi, ma che ogni volta che li rivedo, hanno il potere di far   venir a galla quel sentimento antico e poetico chiamato “nostalgia”. La provo ogni volta che aprendo il portoncino del pollaio e frutteto (perché  lì, da quando sono al mondo, è sempre stato un tutt’uno), gli alberi da frutto, animati dal lento girovagare delle galline e delle chiocce, incantano il mio sguardo e per pochi secondi riaffiora in me l’immagine di una bambina magrissima che si dondola sull’altalena del ciliegio, tenendo le gambine ben sollevate da terra per schivare le ortiche ♥… il vantaggio di essere piccoli:  avere tutto il tempo  per sbagliare e il tempo per  correggere. Crescere vuol dire anche averne sempre meno; le scadenze si fanno puntuali come orologi, forse è il prezzo da pagare per aver dato per scontato tante cose. ..

Ho deciso che Il sabato per me  è il giorno destinato alla casa natale e a tutto quello che ci  ruota attorno. E attorno a questi sabati d’autunno di casa mia ruotano anche i melograni e tutto il loro sapere. Quelli che nessuno nella mia famiglia mangiava ,  tranne me e i bambini del vicinato: sporcandoci le manine di rosso e ad ogni chicco uno schizzo sulla maglietta a maniche corte perché, anche se era autunno, non avevamo mai freddo (a differenza di ora..).20120324_004353

20120324_004936

20120324_005002Per volere del mio cuore, ho imparato a collezionare  tante piccole cartoline con  le cose che  vivono della magia dei sabati mattina come le gote  rosa  della melagrana e il rosso rubino dei suoi chicchi . Di solito maturano più avanti ma quest’anno l’albero è costellato di deliziose melagrane che aspettano solo d’esser mangiate.  Ho raccolto i primi  frutti  maturi  (pungendomi il dito come mi capita tutte le volte!) per darne sfoggio nella mia nuova casa ma soprattutto per farne deliziosi centrifugati da bere il mattino a colazione.

In tante conoscerete il potere benefico di questo frutto (antiossidante e antitumorale), che contiene più vitamina C delle arance stesse. Sono anni ormai che per me le melagrane, in questa stagione , diventano un prelibato succo da bere a colazione. Vi lascio la mia ricetta della centrifuga multivitaminica  di melagrana:vetro-di-acqua-colorear.jpg

per due bicchieri : una melagrana di media dimensione, una mela piccola, un piccolo grappolo di uva fragola (in alternativa mezzo pompelmo rosa per un estratto meno dolce o mezza arancia per un estratto che esalti il sapore della melagrana)

preparazione: tagliare la melagrana in due e cercare di estrarne tutti i chicchi. Pelare e tagliare a pezzi la mela . procedere a mettere tutto in centrifuga o estrattore a freddo e bere.20120324_213717

Vi confesso che non ho regole per le centrifughe di frutta: le faccio con quello che trovo disponibile in cucina e nell’orto. L’abbinamento melagrana e uva fragola però è la migliore che ho provato, naturalmente più dolce e un pochino più densa,  è un concentrato di salute e bontà che piacerà anche ai bambini!

Daniela

Foto mie

Annunci

25 thoughts on “melagrana…ed è subito nostalgia…

  1. che belle (e che buone!!) le melograne!! succede che a volte, al bar di fronte al lavoro, mi prenda una spremuta di questo frutto; il suo sapore è particolare con un retrogusto un po’ amaro, forse, ma è molto gradevole! grazie, cara daniela ❤

    Mi piace

  2. Un albero che amo tantissimo, peccato che quest’anno il mio ha deciso di non farmele gustare, ne ha di bellissimi però stanno marcendo e non sono ancora mature, un vero peccato, non capisco il motivo con tutto il caldo e la siccità che abbiamo.

    Liked by 1 persona

    1. cara giovanna sì è stata colpa della siccità, anche il mio albero comincia a marcir per quanto riguarda diversi frutti che come dici tu non erano ancora maturi…ho raccolto quello che potevo raccogliere e per fortuna tante melagrane si son salvate!

      Liked by 1 persona

  3. E’ per me un frutto ancora inesplorato, poco conosciuto nonostante ami tutto ciò che è antico – e la melagrana lo è davvero ! – perciò tutto da scoprire ed estremamente affascinante, grazie per questo tuo post così coinvolgente, mia carissima Daniela !

    Ti abbraccio con il cuore augurandoti una piacevole serata

    XOXO Dany

    Liked by 1 persona

  4. Leggendo questo tuo post, Daniela, mi hai fatto ripensare alla mi infanzia…a quando scorrazzavo piccina nell’aia di casa mia!
    Adoro le melagrane …e voglio provare il tuo centrifugato, peccato che non ho l’uva fragola…all’orto del suocero purtroppo non ce n’è più!

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...