ARTS & BOOKS

la piccola erboristeria di Montmartre

177e66e5457273efc7ec2b52deabf1f5“..c’è un luogo d’elezione per tutti noi. Quello il cui pensiero ci fa sorridere, un luogo in cui ci sentiamo protetti, felici. Per me è il retrobottega del negozio di Gisèle..mentre apro la porta e aspiro l’aroma che sa di legno e petali profumati con un vago sentore di polvere, rivivo quella stessa sensazione di benessere..”

Sono lieta di parlarvi dell’ ultimo libro che ho letto: La piccola erboristeria di Montmartre di Donatella Rizzati.Consigliato da ariel, fedelissimo mio punto di riferimento per molti spunti di lettura!

download.jpg

C’è tanto in questo romanzo ( che ovviamente mi ha attratto subito per l’ambientazione parigina): una storia di famiglia, l’ amore per un uomo e per il proprio lavoro, l’ amicizia,  un abbandono e  la voglia di ricominciare . E tanti colpi di scena,questa volta,  non scontati.E’ scritto da un’italiana, laureata in lingue e letteratura straniera , scrittrice esordiente che promette bene.

2760c8224c17118e0c12feb22fabef58.jpg

Protagonista è Viola, rimasta vedova da poco. Suo marito se ne va a causa di una malattia di cui non  ha mai parlato  a lei  preferendo vivere con lei ogni attimo nella gioia. Marito ma anche Suo mentore nella medicina olistica, campo che appartiene ora a  lei. Ma con il lutto, privata della sua anima gemella e in con i sensi di colpa per non aver capito, con alle spalle una famiglia che non ha condiviso mai le sue scelte lavorative denigrando l’omeopatia, Viola sta male è  sul punto di crollare e  capisce che la sola cosa da fare è tornare nella città che anni prima l’ha resa felice: Parigi, dove ha frequentato la scuola di naturopatia e dove, nascosto tra i tetti di Montmartre, c’è l’unico luogo in cui si senta davvero al sicuro, l’erboristeria delle sorelle Fleuret-Bourry.

È in questo spazio magico, in cui il tempo sembra essersi fermato e le emozioni sono accolte e coccolate, stretta nell’abbraccio della saggia e materna Gisèle f50da8c02e2ad42aa466f86386b3f371.jpg(il personaggio che più ho amato nel romanzo per la gentilezza, l’ immediatezza nel capire il pensiero altrui, la discrezione e i buoni sentimenti sempre così vivi), che Viola comincia la sua nuova vita, abbandona i suoi pantaloni larghi neri per vestire abiti leggeri e colorati, si prende cura dei capelli lunghi castani e insieme al corpo rinasce anche il suo spirito.  59a67e91928e67528a5eb829bf35f35c.jpgE In un curioso bistrot  d’un tratto, Viola incontra  Romain, un barista e ottimo cuoco,  sbruffone, inquieto e affascinante che, tra continui battibecchi,  rappacificazioni , colazioni e cene nei posti più o meno noti di Parigi e corse a bordo di un buffo sidecar, entrerà nel suo cuore  portandola di nuovo a credere nell’amore .

Gisèle ha delle difficoltà economiche nella sua attività, e  questo fatto sarà decisivo per la vita di Viola la quale risvegliandosi dal torpore e dalla malinconia, capirà che la sua missione è quella della naturopatia e della medicina olistica così  offrirà consulenze di iridologia fino a  rilanciare brillantemente le sorti del  negozio.30d3829ddc30303d4ef46be04889acef.jpg
E sforzandosi di comprendere i problemi emozionali dei suoi pazienti, offrendo loro parole confortanti,  tazze di tisane alle erbe calmanti e rilassanti  e  soluzioni curative ai fiori di Back, Viola riuscirà finalmente a perdonare  se stessa, ad innamorarsi ancora e a far pace con la sua famiglia. Ma i colpi di scena non mancheranno: Viola conoscerà  un signore misterioso che si rivelerà essere il suo vero padre biologico con il quale alla fine stabilirà un contatto umano. Il cerchio allora si chiude: capirà il perché del non capirsi tra lei e quello che credeva essere suo padre naturale. Insieme: genitori veri e adottivi e figlia,  troveranno  il modo di metter fine a quel rapporto conflittuale, in nome dell’amore, l’unica cosa importante al mondo.

0bfa77f2d98dda8b2e02fbd7f8cd5860Di un altro tipo d’amore si tratta quello tra Viola e il tenebroso Romain. Una storia fin  da subito zoppicante e incerta che rischierà di finire male a causa della gelosia di Viola che fraintenderà il significato di una lettera d’amore trovata a casa dell’uomo. Ma proprio queste frasi passionali  sveleranno  non un tradimento ma qualcosa di grandioso e bello dedicato esclusivamente a Viola.  E tutto ciò verrà svelato una sera di dicembre al Shakespeare and Company, libreria storica di Parigi…

E come tutti i libri che parlano agli innamorati, anche questa  storia termina con un matrimonio, una sposa stretta dentro un tubino color avorio… e se volete scoprire il suo nome dovrete leggere tutto il romanzo…11cd9aa1300ed62b3b8bbfcaa70985f4.jpg

La piccola erboristeria di Montmartre è un luogo che il lettore non vorrebbe mai abbandonare, impossibile non affezionarsi alle scaffalature in noce, all’erbario miniato e al retrobottega dove gustare le tisane preparate con cura da Viola.  Ammirevole è lo sforzo della Rizzati di affascinare il lettore includendo descrizioni non scontate anzi deliziose sugli scorci della Bella Parigi.

 

d25f39e4f1f2b4244d7ae10e0dc499a4“..la sera tiepida di Parigi ci prende fra le braccia. ..facce,voci, un pulsare di vita tutto intorno.. prendiamo la metro alla fermata Pigalle e andiamo dritti a Mènilmontant.”

“..la meta finale non poteva che essere i Deux Magots: romantico al punto giusto con la terrasse che da sulla bellissima chiesa di Saint Germain des Pres e quell’aria vissuta e carica di storia che è infondo la vera essenza del suo fascino..”f24590413e1fa1288b312b0b296a512c

13241174_10153652316821220_1626538338904654226_n.jpgLa narrazione poi è arricchita  da  vere e proprie ricette di creme, rimedi e miscele spiegate passo dopo passo. Un romanzo che fa riflettere molto sull’importanza della cura di sé, del proprio corpo come della propria anima,  perché è sempre questo il punto da cui ripartire  dopo un insuccesso e un dolore per ricominciare a combattere e vivere serenamente.

Voto del libro: 9

944853_10153597655206220_9202300400816890114_n.jpgVi lascio infine con la ricetta di Viola della crema nutriente per tutti i tipi di pelle

Ingredienti: 10gr di burro di cacao, 10 gr cera vergine d api, 30gr di olio di mandorle dolci, 10 gr di olio d argan, 10 gr di olio di jojoba, 10 gr di miele, 10 gr di macerato di calendula,2 gocce olio essenziale di vaniglia.

Preparazione: In un pentolino d acciaio inox mettere oli e burro a  sciogliere a bagnomaria mescolando a fuoco basso. Aggiungere miele e calendula senza smettere di mescolare. Far raffreddare mettendo il pentolino in un recipiente d acqua fredda.quando si addensa aggiungere olio essenziale di vaniglia e mescolare finchè la crema non sarà compatta e fredda.conservare in vetro ermetico e sterilizzato in frigorifero fino ad un mese massimo.

Daniela

Foto da pinterest e da thisisglamorous

 

Annunci

35 thoughts on “la piccola erboristeria di Montmartre

  1. Sarebbe curioso contare i romanzi che hanno come sfondo di una storia romantica Parigi, anche solo nell’ultimo ventennio 😉 Parigi e la Francia, in abbinamento al negozietto di profumi, cartoleria, fiori, cioccolato sono ormai un topos del romanzo rosa. Il che non è necessariamente un male… 😊 Buona giornata

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...