cook

le pain au chocolat

05-Le+Secret+D'Audrey-This+Is+Glamorous.png“..entrare nel tepore di un bistrot parigino,  lasciarsi avvolgere dall’aroma forte del caffè e da quello delle viennoiseries,  tenue e zuccheroso… il pain au chocolat con la sua pioggia di cioccolato racchiusa in un fragile guscio di pasta glassata… Un trionfo di golosità e opulenza…” Donatella Rizzati:  la piccola erboristeria di Montmartre

io-prima-di-te-banner0c7d4fa12053cc8670d4318f94305a32

Credo appartenga all’immaginario collettivo di molti se non di tutti,  il connubio Parigi- croissant . Chi è stato a Parigi almeno una volta, non potrà non condividere con me il ricordo del profumo classico di boulangerie, di burro e di uova ,  dei croissant  caldi adagiati sui tovagliolini bianchi  nei petit cafè e nei bistrot. Le brioche burrose da addentare lentamente se si ha il tempo di gustare una  petit –dejeneur fatta bene, o da incartare e portar via per pranzo, croissant di pasta sfoglia  di cui tutte le protagoniste dei romanzi di Barreau sono ghiotte.

20fe5530523d901ac3ce0a0f318f0bd9.jpgBen lontano dal nostro caffè espresso, inconfondibilmente aromatico, scuro  e bollente, i parigini offrono un caleidoscopio di variazioni sul tema:Café au lait (caffelatte) ,  cafè creme (caffelatte con la schiuma) ,  o ancora,“Café noisette” (una sorta di espresso con una goccia di crema al latte) . Ma qualsiasi caffè si scelga, sarà accompagnato dai croissant,  o  pain au raisin , o  in alternativa  ai   “pain au chocolat”.

E’ è proprio di  pain au chocolat che vi voglio parlare oggi,l’  equivalente del  nostro saccottino al cioccolato: una tipica viennoiserie  francese ,  anche chiamato chocolatine,  Si tratta  sempre di un  croissant di forma quadrata arrotolato su una o più barre di cioccolato: friabile e croccante  sfoglia bagnata da una cascata di cioccolato fuso, dal piacere vellutato,  squisita scioglievolezza per il palato.47e874b43071f622d6193c8eb6407f1e.jpg

E qui la Francia  incontra l’Austria pasticciera. Perché Il termine viennoiserie deriva dal fatto che nella prima metà del XIX secolo, vennero importati da Vienna numerosi prodotti da forno dolci a cominciare dal croissant.
L’ufficiale austriaco in congedo August Zang, trasferitosi a Parigi, aprì nella capitale la prima boulangerie viennoise.
La boulangerie viennoise fu una panetteria di lusso, nella quale si produceva il pane viennoise.
Questo era un pane al latte molto morbido,  reso ancora più invitante e goloso da delle gocce di cioccolato che lo farcivano.

Un posto tipico  dove gustare dei perfetti pain au chocolat a Parigi è chez Gérard Mulot, nel Marais.
In alternativa se volete prepararli da voi, Ecco la ricetta tratta dal settimanale Donna Moderna:

f98dbde276109ef906642b762e4d16dd.jpgIngredienti pain au chocolat

500 gr farina manitoba

250 gr  burro

200 gr cioccolato fondente

60 gr  zucchero 

2.5 dl  latte intero

1 tuorlo

Sale

Una bustina di lievito di birra

3f80229af420c49897c4eaea6d4988fb.jpgMettete in una ciotola la farina con il lievito, il latte tiepido e lo zucchero; mescolate, unite 10 g di sale e impastate gli ingredienti per almeno 5 minuti, fino a ottenere una pasta soffice e omogenea. Coprite la ciotola con pellicola e lasciate lievitare l’impasto per un’ora a temperatura ambiente finché avrà raddoppiato il suo volume.  Prendete di nuovo l’impasto, unite il burro morbido a dadini e lavoratelo ancora finché sarà liscio e omogeneo; stendetelo con il matterello in una sfoglia dello spessore di mezzo cm, tagliatelo in 16 rettangoli di circa 8×12 cm e disponete sul lato più corto di 8 rettangoli il cioccolato.  Poi, piegate 2 volte la pasta sopra il ripieno chiudendolo bene. Disponete i panetti ottenuti sulla placca, lasciateli lievitare in luogo tiepido per altri 30 minuti, spennellateli con il tuorlo sbattuto e cuoceteli in forno caldo a 220° per circa 15 minuti.

Bon Apetit

Daniela

Foto e quotes da pinterest, thisisglamorous, film io prima di te, film colazione da tiffany

Annunci

25 thoughts on “le pain au chocolat

  1. Quando era piccola mia cugina (francese) parlava sempre di questo cavolo di pain au chocolat… E io non capivo cosa fosse! Fin quando, un po’ più grandicella, al centro commerciale ha visto i saccottini e li ha comprati tra urla e strepiti “pain au chocolat, pain au chocolat!” e così ho capito cosa fosse!

    Liked by 1 persona

  2. buoniiiii, si effettivamente per quanto riguarda la scelta di leccornie per la prima colazione i francesi sono 🔝ma riguardo al caffè, qualsiasi richiesta tu faccia al barista il caffè resta sempre “pessimo” rispetto al nostro; lì siamo noi ad eccellere 😬😂😂😂

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...