good vision

Allied al cinema

images (14).jpgSono stata al cinema nel week end per il film : Allied di Robert Zemeckis, con Brad Pitt e Marion Cotillard. Mi è piaciuto molto, storia strutturata bene dove l’amore è sempre il fulcro di tutto, convincenti e vincenti entrambi gli attori protagonisti.

imm.jpg

Il film inizia con l’inquadratura del deserto polveroso africano dove atterra  nel 1942 il comandante di aviazione franco-canadese Max Vatan (Pitt) a Casablanca .  Ambientare l’inizio di questa storia a Casablanca rimanda indubbiamente al confronto con il colossale film che vedeva come protagonisti i celebri: Bogart e Bergman, modelli se vogliamo , ingombranti, ma  un autore della portata di Robert Zemeckis è in grado di sostenere egregiamente.

Max, con i suoi biondi capelli leziosamente pettinati,  in completi di lino bianco  e la sera con lo smoking addosso, da esaltare un fisico statuario e atletico,  è’ lì  per conoscere Marianne Beausejour e fingersi il suo consorte . Marianne (MarionCotillard) viene presentata di schiena, un elegante profilo di donna sofisticata in abito viola. E già da qui si intuisce che la sensualità della donna non solo farà innamorare di colpo Max bensì sarà una dote  che la caratterizzerà fino quasi alla fine .  Insieme i due devono farsi invitare al ricevimento dell’ambasciatore tedesco e assassinarlo.

Si conoscono, si parlano, anzi è più lei a parlare, e per essere più credibili agli occhi indiscreti dei vicini, lo fanno sui tetti della casa marocchina perché i mariti a Casablanca è là che dormono dopo aver fatto l’amore con la propria  moglie. Lui  fa il tenebroso, e pare a suo agio solo con le armi in mano, uomo addestrato alla guerra, disinvolto a sparare; ma  non di meno lo è anche Marianne,

tanto avvezza ai salotti cittadini quanto scaltra e precisa con una pistola in mano. I due hanno paura che l’assassinio dell’ ambasciatore tedesco vada male e nell’attesa del giorno X,

indugiano nel deserto a vedere il sole nascere… e si amano per la prima volta, come fosse l’ultimo giorno della loro vita.  L’operazione è un successo, Max e Marianne si sposano, vanno a vivere a  Londra.

E qui lo scenario, da torrido e soleggiato diviene piovoso e umido come lo è il clima britannico; gli abiti in stile coloniale cedono il passo a pensanti trench color caramello, berretti di lana e francesine con il tacco.I due  hanno una figlia, nata sotto il frastuono delle bombe della seconda guerra mondiale,  32B697F600000578-3518930-image-m-115_1459511256354.jpg

Tutto procede bene fino a quando Max è richiamato dai suoi superiori che gli svelano che la moglie potrebbe essere una spia nazista. Max dovrà mettere alla prova la moglie per scoprire se è realmente una spia. Il conflitto interiore dell’uomo combattuto tra l’obbedienza alle leggi e la voglia di seguire il suo istinto e il suo amore incondizionato verso la sua sposa daranno l’ immagine di Max/Pitt, di un uomo –eroe, attento e intelligente  che  anziché concepire le cose solo in   bianco o in nero, ne  intravede invece tante sfumature. images (19).jpg Obbedisce ai superiori sulle informazioni false per testare Marianne ma non si accontenta: corre alla ricerca disperata di un uomo capace di riconoscere, guardando una sua foto, se Marianne è realmente l’eroina della  Resistenza francese .

a0300f47198271e0a973de6f5415dbf7

Marianne Come le dive del grande cinema d’altri tempi,enigmatica e sfuggente,  seduce con un gesto, un sorriso, un fruscio dell’abito di seta sopra i tetti di Casablanca, sussurrando vezzeggiativi romantici al marito (mon quebequois ) che escono dalle sue labbra rosso fuoco, il colore della passione, in contrasto con l’azzurro degli occhi che forse mentono su una dura verità.

images-12Quando scoprirà che Marianne non è Marianne, Max, certo che almeno il loro amore è reale e non finzione,   decide che è più importante l’amore che l’obbedienza alla patria e fugge con la famiglia.

Alla fine l’intelligence li troverà, lui farà di tutto per salvarla ma Marianne decide lei per tutti. Si toglie la vita ed esce di scena per evitare d infliggere al marito il dovere imposto dalla legge cioè di giustiziarla per tradimento.  Frank dichiarerà che Vatan ha giustiziato lui la moglie, evitandogli l’impiccagione per aver coperto una spia tedesca, sempre in nome dei sentimenti buoni, affinchè una bimba possa almeno crescere con l’ amore di un padre.

download (3).jpgTrionfa l’amore in Allied  che non è un film di guerra, descritto piuttosto come romantic spy story e  un action-thriller d’epoca alla Indiana Jones, coinvolgente, dinamico, operazione brillantemente riuscita  di Zemeckis.

484daa1f9ff9a0b00868bf669e73414b.jpgTra le cose degne di nota (Una    che guardo molto nei film) ci sono  i costumi (di Joanna Johnston) ;  qui lo stile anni ’40  fa sognare, tra sete color pastello e pesanti pantaloni a vita alta, scarpe a mezzo tacco  con t bar, coppole di feltro e bretelle classiche, il tutto  curato  in maniera capillare  e verosimile all’epoca.

images (20).jpgHo apprezzato molto Anche gli ambienti indoor  che sono resi efficacemente grazie alla cura del dettaglio : sia quelli  esotici delle case in Casablanca  con tanto di brocca smaltata  sul fornello da campo e ceramiche marocchine sulla tavola, che quelli dei pub londinesi dai banconi costellati di pinte di birra o degli appartamenti inglesi con tappezzerie floreali  e cucina mignon.

9460503d427e95f91b59b9f7f09cde8a.jpgPer Pitt (che non è tra gli attori che giudico più sexy del pianeta) gli anni NON passano mai, rimane sempre un bellissimo uomo, non perde mai  né appeal nemmeno forma fisica.

f4859817d3eca7cd7ad7a3d7ec17c318.jpgSvelo che la Cotillard per me è la miglior attrice francese del momento, per fascino tipicamente parigino (amavo sentir parlare francese nel film ) , seducente ma mai volgare, sofisticamente  intellettuale e  un po’ retrò (basti pensare al suo ruolo nel capolavoro di Allen: Midnight in Paris). E’ di una bellezza che incanta: occhi magnetici, sorriso enigmatico e un po’ civettuolo, fisico asciutto che non ha bisogno di forme strapazzate  di plastica per piacere. Trovo che con Pitt formerebbero una bellissima coppia( Mi spiace per Angelina se Marion è stata causa del loro divorzio…)

Al prossimo post

Daniela

Foto pinterest e dal web

 

Annunci

26 thoughts on “Allied al cinema

        1. eh anch io chicco diciamo ho dovuto promettergli che sarei andata a vedere the founder (su mc donalds) con lui in cambio ^_^ però credimi gli è piaciuto molto allied chissà che sia così anche per il tuo ello ^_^

          Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...