my home & me

lazy sunday autumn

“Sunday is the gold clasp that holds together the pages of the week.”  (La domenica è il fermaglio d’oro che tiene insieme le pagine della settimana) Henry Wadsworth Longfellow

Non so voi ma per me il weekend e in particolare la domenica è un po’ come prepararsi a tirare le somme della settimana… Se è stata pesante, è l’ora di rilassarsi e non pensarci più, se è stata triste e piena di guai, domenica è il momento per provare lentamente  a risalire…

E ad ottobre le domeniche, specie nel mattino, diventano inevitabilmente pigre. Fatte apposta per il riposo “coccoloso” con caffè bollenti o qualsiasi altra bevanda calda da tenere tra le dita guardando dalla finestra cosa c’è fuori: un cielo e  foglie  che cambiano colore e forma, attendendo di lì a pochi attimi la prima pioggia autunnale, quella che sa di muffa e che farà nascere deliziosi funghetti.

La mia domenica appena trascorsa, aveva quell’umido grigiore addosso, portato dal primo vento  autunnale, quello freddo e un po’ aspro che ti costringe a rifugiarti nel tuo nido, nella “home sweet home”… Con il cielo cupo denso di pioggia che da lì a poco sarebbe scesa a rinfrescare la terra e  a sanare i nostri animi, già pieni di malinconia e poca voglia di fare…

20161009_13562820161009_135456

E ho dedicato la mia mattinata domenicale all’arte del  colouring (grazie ai printable di Baba =https://wonderbaba.wordpress.com/)invadendo il tavolo  di pastelli cangianti e variopinti appena comprati; ho riordinato la piattaia “vestita di autunno”, accarezzando un libro non ancora letto,con l’indecisione di incominciarlo scegliendo  alla fine di  premiare la gola e concedermi il lusso di un pranzo semplice ma sostanzioso.

20161009_12030020161009_120229

Un pasto buono che sa di casa, fatto di pollo allo spiedo e patate al forno, un classico che nutre e non stanca mai, perchè la semplicità ha la meglio su tutto. Apparecchiare con le tovagliette firmate Missoni, “quelle della festa”(regalo della Eli per il mio compleanno), usare come centrotavola i settembrini del giardino dentro una teiera della nonna, accompagnando il pollo a un buon vino bianco delle colline di Soave,

20161009_135059

20161009_134844

mentre fuori le chiome degli alberi oscillano nel vento delicatamente pungente, sporcando il cielo di sfumature ramate , rosso carminio o cremisi. La domenica può riservare piacevoli carezze senza bisogno d’uscire,anche solo rimanendo in casa a condividere con La  Persona  che Ami un pranzo semplice e un buon bicchiere di vino.

d4cb04a37156b6c92acdd8897980ec12

Lasciando terminare  l’ultimo giorno della settimana  con la speranza e la consolazione che “bisogna saper accettare anche la pioggia, se si vogliono vedere i fiori…”

al prossimo post

Daniela

 

Foto mie, della mia domenica, e immagini da pinterest

Annunci

43 thoughts on “lazy sunday autumn

  1. Cara Daniela, adoro disegnare e colorare… ma ultimamente non ho tempo!!!
    Che bel giardino hai, sarebbe il mio sogno… ed è bello starsene a casa rilassati, non è necessario fare chissà cosa. Le gioie più grandi derivano dalle cose più semplici.
    Bacioni, Fede

    Liked by 1 persona

      1. sono sincera Daniela…. e mi riempie il cuore la ns. amicizia di penna, in questo momento “durissimo” della mia vita, dove alcune delle amiche “vere”sono sparite.. forse sono andate in Lapponia a preparare la casa di Babbo Natale????

        Liked by 1 persona

        1. se ti consola le mie sembrano essersi dissolte nell aria..boh… concludo che nn era amicizia vera…mentre nel blog averti scoperta è stata una ricchezza…ti auguro il periodo brutto finisca..e chissà forse a natale le tue amiche tornano con la slitta carica di regali…io te lo auguro perchè te li meriti tutti…

          Liked by 1 persona

          1. Grazie Daniela, anche per me è stato un regalo conoscerti, condividere le stesse passioni per il tea, per Chanel, per l’ arte, la casa, la cucina e la sensibilità nei confronti l’ una dell’ altra. Mi ascrivo di essere una “donna complicata” con fragilità… ma questo da’ davvero il diritto a chi ci conosce da una vita di ferirci?Le mie amiche più care… mah… faro’ il bilancio quando questo periodo difficile sarà passato… e spero che il cielo mi porti uno spiraglio di luce… io continuo, anche se a fatica, a fare sport, a lavorare sul blog! mai lasciarsi andare.. un abbraccio grande

            Liked by 1 persona

          2. è l atteggiamento giusto cara lori..
            ps: nn riesco a volte a mettere i commenti sul tuo blog..credo sia però un problema della mia linea internet che fa pena caspita… per esempio quello di oggi ho messo il like ma volevo scriverti che nn conoscevo l origine del termine come l hai spiegato deliziosamente bene tu.. ma nn sono riuscita , mi sparisce la connessione..boh… internet fa pena a volte a casa mia:(((

            Liked by 1 persona

  2. Ciao daniela che bello questo post. Era un po di giorni che non ti vedovo piú negli aggiornamenti dei blog che seguo e ho scoperto che non ero piú al tuo. Ma! Ora mi pare di aver risorto. Mistero della tecnologia! Venire qui mi fa ricordare quanto sia bello godere di certi momenti della vita, di quegli istanti fatti di cose semplici e di ció che ci circonda…!

    Liked by 1 persona

  3. Bellissimo questo post…mi sono rilassata anche un po’ leggendolo…questo per me è un periodo un po’ intenso e pieno di stress…non vedo l’ora che arrivi il prossimo weekend per riposarmi un po’! 🙂

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...