my home & me

first signs of fall

87427ae50910b35807d926381a6f852a.jpg

“..Andavo e rimuginavo che non c’è niente di più bello di una vigna ben zappata, ben legata, con le foglie giuste e quell’odore della terra cotta dal
sole d’agosto. Una vigna ben lavorata è come un fisico sano, un corpo che vive, che ha il suo respiro e il suo sudore.”
(Cesare Pavese)

63ef33d30fef010f6c9270bb3d88944e

L’autunno è alle porte, le serate si fanno via via più fresche, la luce irrimediabilmente e quasi magicamente cambia:  Nelle giornate di settembre sembra fatta di un sole sempre più pallido e anemico di calore che invita a stare fuori, perché le passeggiate immerse nella natura sono sempre una gioia e da  qualche parte si sente già crescere quella voglia di intimità, di casa, di copertine e cioccolata calda, è il nostro meccanismo di difesa che mettiamo in atto  quando l’influsso benefico della vacanze inizia a scemare…Non è ancora arrivato l’autunno e il suo foliage, fatto di gradazioni cromatiche che virano dal rosso borgogna a tutti i toni del giallo/oro, tarda un po’  a venire…

9a716b99e340869e320cbe490540b838.jpg   62833ccdfcd01ebbf09ce819ac467430.jpg

Avevamo salutato l’estate con i sapori della terra fatti di  pere e di quei pochi fichi che quest’anno, a causa delle piogge, siamo riusciti a gustare.

 

10721c65c3b29bb28ce3cd0efcd6a2db  c1828bb999316dfeb279c71c43ddbceb.jpg

Eppure il primo cenno d’autunno a casa mia l’ha portato l’uva merlot e la sua poetica vendemmia…

Un appuntamento, una festa, un rito per papà Bruno che anche questo settembre s’è divertito nei preparativi dalla raccolta dei succosi grappoli  , alla pulitura del torchio , aggiungendo infine sempre lo stesso ingrediente, non segreto ma raro:  la pazienza, che lenta porta sempre i suoi frutti.

e0d35222c9c267648a8337dfdb18fbc0

Il suo vino che nelle botti fermenterà lentamente sarà una gioia per lui; non porta etichette d’antiche cantine nobili, non è d’origine protetta né vanta  nomi illustri; il vino merlot di mio papà non ha bisogno di essere pubblicizzato . E’ il suo, punto. E’ fatto con amore, pazienza, cura e tanta passione . Un piacere che nella sua semplicità dura tutto l’anno e che ogni volta che è portato  in tavola ,con il suo sentore e il suo colore, libera il suo spirito gioviale che va condiviso   con la famiglia e con gli amici … Non serve nient’altro…

 

9b9e3fa9af6c9be8b34bed4abe6e52f0.jpg

QUest’anno non ho fatto in tempo a prelevarne un bicchiere di succo d’uva come ero solita fare subito dopo la raccolta: a me e ad Anna piace berlo dopo gli ultimi bagni di sole di settembre… ma ho già assaggiato la prima torta con l’uva preparata con tanta cura da Bertilla, una vera delizia .

 

 

8817eedffff6c7b6e1145c128106749c

Il secondo accenno d’autunno nella mia terra ha preso la forma delle prime noccioline cadute a terra nel frutteto. Bisognerà essicarle prima di poterle mangiare da sole o impiegarle negli innumerevoli usi culinari.

 

 

 

autumn.jpg

Sono pronta a cogliere ogni sfumatura dell’aria, degli alberi, della terra per godermi pienamente il trionfo dell’autunno. Se è la pazienza il segreto della buona riuscita delle cose, attenderò calma e tranquilla …

 

 

 

Al prossimo post

Daniela

immagini da pinterest ill. Stillufsen

Annunci

35 thoughts on “first signs of fall

  1. Daniela, che bel post pieno di profumi e colori! Anch’io ho dei ricordi molto belli legati alla vendemmia nel piccolissimo vigneto di mio nonno, quand’ero bambina. Era una vera e propria festa! Goditi questi momenti di inizio autunno, e la torta fantastica di zia Bertilla! 🙂

    Liked by 1 persona

  2. Commovente e bellissimo questo tuo racconto! Mi ha riportata alla mia infanzia, l’ enorme tino nel quale mio padre pigiava con i piedi ” l’ uva americana”, il mosto dolce e avevo il permesso di bere! grazie Daniela! Uno dei tuoi post più’ belli!! Il tuo papà’ deve essere molto fiero di te!!

    Liked by 1 persona

  3. Mi sono emozionata leggendo questo tuo personale racconto. con le tue parole hai reso perfettamente l idea dell atmosfera settembrina, del rito e delle emozioni legate alla preparazione del vino…. poi non ti nascondo una sana puntina di invidia per quello! Impagabile. Prima o poi mollo tutto e come nel film di Pozzetto vado a vivere in campagna! Anzi datemi una sorgente di acqua, alberi, fiori e frutti e sicuramente sarei la donna piú felice del mondo! Questo post mi ha davvero commosso. Sei sempre bravissima!

    Liked by 1 persona

  4. Che gran voglia di autunno nelle tue parole! La stessa voglia che ho io…eccetto forse per il freddo XD Perchè quassù si farà sentire! Per ora ci ha graziato, dandoci appena qualche sera al di sotto del 10°C..che lusso eh?! Ma per il resto, ho voglia di sentire la legna che brucia nei camini, la zucca in forno e magari gustare un buon bicchiere di rosso, al calduccio, sul divano 🙂

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...