good vision

io prima di te

13501597_478035719067526_6970633454784718883_n

“è tuo dovere sfruttare la vita al massimo!” WILL

Sabato sera sono stata a vedere l’attesissimo film IO PRIMA DI TE,di Thea Sharrock, dall’ omonimo romanzo di JOJO Moyes .Stupendo, spettacolare, emozionante dal primo minuto all’ultimo. Che mi emozionassi io è cosa ovvia, ma che addirittura lo facesse Chicco (non piange mai!!!) attesta l’intensità emotiva della pellicola.

download (1)   download.jpg

Il film si apre con Will TRAynor (SAM CLAFLIN)  sotto le lenzuola a scambiarsi coccole con una bellissima bionda, lui  l’avvenente rampollo ricco che ha tutto dalla vita e che  in un istante perde tutto. A causa di un incidente in moto resta quadriplegico .

images (13)

Parallelamente entra in scena la vita di Lou (EMILIA CLARKE) , la ventiseienne carina, solare semplice, inguaribile ottimista e con l amore per la moda un po’ pin up  fatta di un arcobaleno di colori e fantasie disparate.  Licenziata dopo anni di lavoro dal padrone del locale in cui era cameriera, torna  A casa sua dove gli altri componenti della famiglia non se la passano meglio e il suo contributo era essenziale.

Accetta così un’offerta di lavoro da parte di una ricca famiglia: deve fare compagnia a Will. Costui dopo l incidente è divenuto un’altra persona: scostante negativo sarcastico a tratti caustico, vorrebbe rimanere a crogiolarsi nel suo dolore e la presenza della ragazza, tanto goffa quanto sensibile e piena di buona volontà, sembra  infastidirlo.

Mano a mano che si conoscono i due riescono a diventare prima confidenti, poi amici fino ad innamorarsi perdutamente l’uno dell’altra. Quando Lou scopre tristemente che Will si è preso sei mesi di tempo per provare a vivere così dopodichè penserà a porre la parola fine alla sua vita in una clinica svizzera  rimane sconvolta , lei innamorata della vita, non riesce ad accettare che un uomo per quanto soffra preferisca scegliere di morire.

13938415_496832537187844_942364663494121742_n.jpg

Parte così il tentativo di Lou di approfittare dei sei mesi per tentare di far cambiare idea a Will con proposte che variano dal pic nic in campagna fino alla serata di musica classica e al viaggio alle Mauritius.

scoppia l’amore tra i due Ma tutto ciò non farà cambiare idea a Will,  Nonostante Lou gli dichiarerà il  suo amore sincero accettando completamente e senza riserve la  sua condizione fisica .

images (10).jpg

Alla fine LOu, rassegnata riesce a capire la scelta di Will volendo rimanergli vicino  stringerà la mano di Will negli ultimi secondi della sua esistenza  in un toccante e straziante momento di vita. Will lascerà un biglietto a Lou incitandola a visitare Parigi e a vivere quanto meglio possibile cercando di pretendere di più da se’ stessa .

 

 

pembroke gales.jpg

L ambientazione  è suggestiva e romantica, ricorda gli scenari naturalistici alla Inga LIndstrom ma elevati al quadrato! Una rigogliosa campagna inglese con il castello dei Traynor da togliere il fiato (il film è girato al castello di Pembroke in Galles).

Se credevate di affrontare il solito film piacevole e un po’ smielato alla Nicholas Parks vi sbagliate! Io prima di te, è adattissimo ad un pubblico maturo  .

download (4)

Mentre in Quasi amici la quadriplegia veniva trattata con umorismo e con un happy  ending, IO PRIMA DI TE, riesce ad allargare il campo visivo, affrontando anche la delicata questione dell’eutanasia. Non voglio schierarmi né a favore ne contro la scelta di Will, non spetta a me giudicare, io credo sempre che  prima di  giudicare questioni etiche di questo spessore bisognerebbe viverle in prima persona tuttavia Io Prima di Te ha subito dure critiche da molti iscritti al Movimento per i Diritti dei Disabili perché, secondo loro, il film nasconderebbe un messaggio di fondo  promuovendo il concetto che è meglio essere morti che affetti da disabilità.

Una nota di apprezzamento va  a tutto il cast in particolare  agli attori protagonisti: impossibile non amare Emilia e i suoi sorrisi buoni e accoglienti verso tutti, e che dire del look, quasi fumettistica lei , con i suoi abiti assurdi e variopinti  quasi improponibili, mentre Sam , bellissimo, lo stereotipo dell’uomo colto , benestante e galante che alle ragazze piace sempre.

Dedico poi alcune righe per Le parti del film che mi sono piaciute particolarmente :

il momento del concerto di musica classica, dove lei in uno sfavillante abito rosso e armata del suo solito sorriso , seduce alla Julia Roberts in Pretty Woman (in entrambi i casi,  la musica classica  commuove le due ragazze non abituate a frequentare quegli ambienti)… .Vibrante d’amore la scena del dopo serata ,  in auto, mentre  Will non vuole scendere confessandole apertamente: “ Semplicemente desidero essere un uomo che è stato ad un concerto con una ragazza con un vestito rosso per qualche istante ancora

il momento del compleanno di Lou, mentre a cena con tutta la famiglia di Lei si evidenzia quanto non sia per niente affine a lei il suo fidanzato che le regala per l occasione una catenina con il nome Patrick, contrapposto al regalo di Will delle calze a righe giallo nere da ape, quelle che lei amava. Dimostrazione del fatto  che Will ha la capacità di ascoltare Lou  e di conoscere le cose che la fanno felice, contrariamente all’egocentrico Patrick.

images (8).jpg

La parte in cui sono a passeggio tra le  mura del castello e Will gli confessa che vorrebbe essere a  Parigi…ma il vecchio Will non il disabile che è ora. Il momento in cui chiude gli occhi e descrive cos’è Parigi,

a5f3e0b77efb53cdff0b390c61c7d343.jpg

in un petit cafè in una piazzetta vicino le Pont Neuf, seduti sopra seggiole scomode, con la fragranza dei croissant al burro e marmellata di fragole,  e le ragazze francesi che lo guardano ammiccanti…i miei complimenti alla scrittrice Moyes che è stata superba poichè  nel descrivere Parigi si è discostata dal solito stereotipo da cartolina citando (e badate bene , parlare di Parigi senza cadere nel banale è dura!)  tour Eiffel o Montmartre scegliendo invece una piazzetta non tra le più chiacchierate nei pressi del Pont Neuf.

 

 

9323626-Pont-Alexandre-III-is-an-arch-bridge-that-spans-the-Seine-widely--Stock-Photo.jpg

L’ultima immagine del film l’ho pensata esattamente come un piccolo cadeau fatto apposta per me:  una panoramica fissa sul ponte Alessandro III, (C’è ponte più bello al mondo???? ♥mi perdonino i newyorkesi….) …

Sabrina + Audrey Hepburn + Paris 2.jpg

Parigi è stata scelta da Audrey Hepbrun in Sabrina, “come città dove trovare se stessa e per diventare grande” .

 

E Lou non poteva scegliere una città migliore di Parigi.  Il finale la vede  seduta al cafè Marquis, in rue des Francs Bourgeois, davanti a croissants e un cafè creme e ,come richiesto dalla lettera di Will, pronta a dirigersi verso l’Artisan Parfumeur a scegliere il Papillons EXtreme il profumo che Will aveva pensato sarebbe stato delizioso su di lei

13428600_475649739306124_4587434928743771909_n.jpg

Voto del film: 10+

Al prossimo post

Daniela

Immagini pinterest e pagina fb di :io prima di te

Annunci

23 thoughts on “io prima di te

  1. Uuuuuuh che bello che sei riuscita ad andarlo a vedere sono pienamente d’accordo con te su tutto! 🙂 e il libro l’hai letto?? Io ho fatto la recensione sul mio blog, quella del film arriverà a breve tra qualche giorno se ti interessa t avviso quando la pubblico 🙂 🙂

    Liked by 1 persona

      1. Sinceramente a me è piaciuto molto di più il film del libro, ma semplicemente xk il libro non mi ha coinvolta emotivamente come invece avrebbe dovuto vista l’intensità del tema trattato, invece con il film la lacrimuccia si stava proponendo 🙂 🙂

        Liked by 1 persona

  2. Che bella recensione! Io ho letto il libro e per il momento mi basta. Ho sentito dire che la versione cinematografica è molto più “leggera” e divertente rispetto a quella cartacea ma mi sono arrabbiata così tanto quando ho finito di leggerlo che devo ancora capire se ho voglia di vedere il film. 😀

    Liked by 1 persona

  3. Ho un debole spropositato per Emilia Clarke, con lui che è un figo pazzesco, per cui già solo per quello il film sarebbe un capolavoro! L’unico intoppo secondo me è stato un po’ perdersi tra la sfilata dei fantastici abiti che hanno scelto per lei e la poca attenzione all’amore… ho avuto la sensazione che sia stato messo un po’ in secondo piano 😦 però mi piacerebbe tantissimo leggere il libro *-*

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...