mybook

ancora a proposito del mio libro…

 

“Sapete che cosa si fa il primo giorno che si è a Parigi? Ci si procura un po’ di pioggia: una pioggia che non sia troppo forte però, e una persona veramente carina con la quale girare in taxi per Bois de Boulogne. La pioggia è importante perché essa dà a Parigi un profumo speciale, sono i castagni bagnati dicono..”
(Dal Film Sabrina)

images
dal film sabrina

Bentornate/i amiche/ci,

rieccomi dopo settimane di latitanza, con  altri piccoli “morsi” del mio libro RITROVARSI TRA SPIGHE E CONCHIGLIE….  Molti sapranno che il mio libro è ambientato in Francia (a Parigi per le parti che ho pubblicato qui) .. ♥ le mie preghiere ultimamente sono per questo Paese , per la sua gente, continuamente sotto gli attacchi terroristici… Amo Parigi e la Francia in generale ed è così che la vorrei vedere sempre, come la scrivo: affascinante meta dove sognare e dar sfogo alla propria fantasia, ben lontano dagli scenari a cui di recente siamo purtroppo abituati… scusate questa mia parentesi, doverosa tuttavia…♥

Come sempre per arricchire la narrazione mi sono servita di alcune immagini trovate su pinterest e sul web in  per aiutarmi e aiutarvi a dar un corpo e una forma alla storia e ai miei personaggi anche se poi sarà sempre l’immaginazione di ogni lettore a dare un volto personale ai protagonisti…

ecco di seguito un estratto del  capitolo 7 , IL COLORE DEL GRANO  .

12802953_10153472585716220_3576401147448543690_n.jpg  11999065_10153175271906220_1646316775873832551_n.jpg

“…Doveva piovere da poco, perché Monica,  aprendo ora la finestra, sentiva l’odore buono di muffa caratteristico della terra appena bagnata . Altro motivo per non alzarsi. Non aveva dormito perché la notte avrebbe rivisto Pierre. Avrebbe potuto essere l’ultima. Perché Pierre avendo finito il libro, le avrebbe comunicato la sua decisione. Che sciocchezze, prendersela con un libro. Pierre sapeva già cosa voleva fare di lei e il libro gli serviva come mezzo per temporeggiare il più possibile. Un temporeggiare così lieto e appagante.

13438810_10153719635361220_8029158354023335862_n

E come tutte le volte che lo vedeva, Monica aveva messo in programma di lisciarsi per bene i capelli e sistemare lo smalto sulle unghie. Si sarebbe ritagliata questo tempo tra le incombenze del giorno, per farsi bella per lui. Era anche questo un rito.

12924522_10153544207321220_304079279813912713_n.jpg

Guardava fuori aldilà del cortiletto, vedeva come ogni lunedi, Mme Marelle che accompagnava la figlia a lezione di clarinetto presso il vecchio maestro Dupont che dava lezioni private ai figli annoiati delle famiglie borghesi del quartiere, si intravedevano poi i furgoni della Dhl che consegnavano riviste specializzate a Monsier Leveque mentre la giovane signora delle pulizie stava terminando il suo lavoro grattando via il ghiaccio dagli scalini di marmo davanti la villetta .

13082589_10153583578086220_7585376608297664435_n.jpg

Le petit dejeneur di Monica , visto che era sola in casa, poteva prenderlo con calma sfogliando Le Figaro, seduta su una sedia impagliata…

13419019_10153691626641220_7238173230311644808_n

I capelli , quella sera accuratamente acconciati e, inebrianti di olio di  argan, erano soffici da essere toccati e annusati a lungo anche aspettando il mattino. La pelle emanava il profumo fresco e delicato dei fiori d’arancio e solo lungo la linea del collo, proseguendo fino dietro ai lobi degli orecchi, sapeva di note ambrate e di mirra. Aveva vestito il corpo e soprattutto il cuore per lui. Ancora per lui.

9b7f2a3774de83a5cc013000dabddf56.jpg

Era giunto già febbraio, un mese inventato solo per ritardare l’arrivo della primavera come scrisse il greco  Panos Karnezis e la sera apparteneva ancora all’ inverno. …

16cd2c60c892a105b976eabd29333098.jpg
pinterest

Parigi di notte.  Stesso spettacolo che si ripete nei giorni e poi negli anni, nei secoli e per tutta la vita. A renderla  unica non sono solo le luci sfavillanti della sua Giraffa di ferro o la bellezza de les Champs Elysees dove  nascono le mode e l’amore si fa musica intenerendo l’aria con le dolci effusioni delle coppie che qui vi passeggiano.

886341a986c31e8812a7c295bb11a905.jpg
pinterest

E’ più per l’esplosione di vita che spavaldamente irrompe e si fa grande dentro i bistrots e le brassiries anche quelle più impensabili. Le risa, le grida o semplicemente la spensierata allegria  si affievoliscono scivolando pigramente nella Senna dove svaniscono miscelate allo sciabordio delle sue acque.  Parigi non dorme quasi mai, non la notte, almeno…”

spighe11.jpg
libro mio

Vi ricordo nel caso foste interessati all’intero romanzo,

http://www.lulu.com/shop/daniela-gambarin/ritrovarsi-tra-spighe-e-conchiglie/ebook/product-22526080.html   qui potete cliccare per avere la vostra copia gratuita…

buona lettura

Daniela

immagini dal sito thisisglamorous tranne dove diversamente specificato

 

 

Annunci

2 thoughts on “ancora a proposito del mio libro…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...