mybook

ancora a proposito del mio libro…

693eaeb31d1fce556d56d2611459275f.jpg

Bentornate/i amiche/ci,

rieccomi con  altri piccoli “morsi” del mio libro RITROVARSI TRA SPIGHE E CONCHIGLIE….

Come sempre per arricchire la narrazione mi sono servita di alcune immagini trovate su pinterest e sul web in  per aiutarmi e aiutarvi a dar un corpo e una forma alla storia e ai miei personaggi anche se poi sarà sempre l’immaginazione di ogni lettore a dare un volto personale ai protagonisti…

ecco di seguito un estratto del  capitolo 6  .

“L’ ambiente in Art Déco con le sue celeberrime poltroncine rosse del famoso cafè, dove intellettuali come Sartre e la De Beauvoir si ritrovavano un tempo, piacque immensamente anche a Nico…

275529e3f47cffb3856f3fc7b64bb0cf.jpg

Erano passati solo pochi minuti e già Nico e Monica incominciavano a conoscersi e dopo un oretta potevano sembrare già amici storici, tanto erano a loro agio, se stessi senza bisogno di alcuna corazza. Mi piace immaginarli come la coppia che si bacia al tavolo di un caffè in una famosa  foto che adoro. Mancava solo il cagnolino ai loro piedi.

images.jpg

“C’è spazio nel tuo stomaco per un pezzo di bouche blanche aux marrons?”

“Che sarebbe scusa? Comunque sì ho fame anch’io!”

“Natale è passato sì, ma i dolci tipici per fortuna rimangono!”

c116151904f5b6302603ddf93682fd89.jpg

L’atmosfera del caffè de Flore era intrisa di arte e sapore culinario. Il profumo di pan di spagna si mischiava a quello della carta stampata di cui erano fatti i libri dei frequentatori  soliti fermarsi lì ogni pomeriggio   più per l’alone mistico del luogo che per il caffè, poi per niente speciale.

In quell’angolo di mondo, i soli rumori di Parigi erano fatti di passi veloci  di persone che entravano e uscivano di fretta dalla famosa caffetteria, passi che duettavano con il battito di due cuori, forse all’unisono, quelli di un uomo e una donna che stavano vivendo una delle cose più intense dell’essere al mondo: il contatto tra un emisfero e il suo opposto, il sapore della diversità, quella buona. Il dolce non era freschissimo ma i due giovani lo divorarono. Forchettate golose inzuppate di crema che salivano alla bocca, interrompevano per alcuni  attimi un loquace dialogo che spaziava tra aneddoti della vita di Monica e la storia della fabbrica di marmi di cui Nico era il legittimo erede e direttore commerciale…

“OK allora sei pronto per la prossima tappa? Hai mai visto Parigi dall’alto?”

“Non mi dire!!!!!mi vuoi portare sulla Tour Eiffel?”

“Non sarei mai così scontata io…Ti porto su una torre speciale.”

Tour Montparnasse. 56esimo piano. Una spaziosa terrazza in quel pomeriggio stranamente senza troppi turisti intorno. Nico godeva della più completa vista su una delle città più belle al mondo. Notre Dame, sembrava piccolissima e lontanissima, una chiesette fatta con i lego e la tour Eiffel, un’esile giraffa di ferro persa nella giungla di una città tanto animata e seducente. Monica guardava con un sorriso  il suo nuovo amico per cercare la sua meraviglia, il suo stupore dinnanzi a tanta bellezza.

40cef992ba9c8230797b755ab4f717e0.jpg

“Wow, non ho parole, non sapevo neppure che esistesse, pensa un po’. Adesso però  se mi venisse voglia di baciarti, qui tra le nuvole a due passi dal Paradiso?”…..

*************************

Vi ricordo nel caso foste interessati all’intero romanzo,

qui  potete cliccare per avere la vostra copia gratuita…

spighe11.jpg

buona lettura

Daniela

 

 

 

 

 

 

 

Annunci

6 thoughts on “ancora a proposito del mio libro…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...