good vision

a quiet passion

f26fec81b881acbd2189bd74d18fd9d2.jpg

Alla poetessa vestita sempre di bianco, in segno di purezza, all’amante della natura e dei piccoli momenti di vita quotidiana, alla donna che credeva che con la fantasia tutto si potesse ottenere , a  l’interprete della solitudine come veicolo per la felicità, EMILY DICKINSON, è dedicato un biopic (regia di Terence Davies) dal titolo  A QUIET PASSION.

loc.jpg

E a vestire i panni della Dickinson, Cynthia Nixon, alias Miranda in SEX AND THE CITY. Sarà inconsueto  immaginarla romantica e timida negli abiti d’epoca, tra ombrellini parasole e lettere appassionate accompagnate da sospiri e lacrime, abituati a vederla cinica e pragmatica avvocato di successo, dentro i suoi  tailleur costosissimi nella frenetica Manhattan.

Il film è stato presentato al festival di Berlino mentre nelle sale italiane l’uscita non è ancora stata programmata.

Come ci ricorda la breve sinossi ufficiale di “A Quiet Passion”, Emily Dickinson «scriveva una poesia al giorno, ma sono una minima parte della sua produzione letteraria venne pubblicata quando lei era ancora in vita. […] Nei suoi testi troviamo distillati tutto il terrore e la bellezza del mondo».

Al momento della sua morte la sorella della poetessa scoprì nella camera di Emily 1775 poesie scritte su foglietti ripiegati e cuciti con ago e filo contenuti tutti in un raccoglitore.  Oggi, Emily Dickinson viene considerata non solo una delle poetesse più sensibili di tutti i tempi. Alcune caratteristiche delle sue opere, all’epoca ritenute inusuali, sono ora molto apprezzate dalla critica e considerate aspetti particolari e inconfondibili del suo stile. Le digressioni enfatiche, l’uso poco convenzionale delle maiuscole, le lineette telegrafiche, i ritmi salmodianti, le rime asimmetriche, le voci multiple e le elaborate metafore sono diventati marchi di riconoscimento per i lettori che anno dopo anno l’hanno apprezzata e tradotta.

 

Una curiosità: la Poetessa e scrittrice dall’animo delicato, allegava spesso alle sue poesie  dei fiori essiccati. Nel giardino di casa, nella sua Homestead, Emily curava i suoi fiori con dedizione piantando rose, gigli, narcisi, salvie, melograni, gelsomini e gardenie.

efc3bcf56c11af37a0d2805dc61b450a.jpg
homestead

Ora non ci rimane che aspettare l’uscita nei nostri cinema e valutare se la Nixon sarà all’altezza del ruolo, io ne sono quasi certa!

images

Nell’attesa vi lascio una delle sue poesie che ho scelto, in linea con la mite stagione quasi giunta fino a noi, nella pazzerella variabilità di queste nostre giornate marzoline…

Fammi un quadro del sole –
posso appenderlo in camera mia
e fingere di scaldarmi
mentre gli altri lo chiamano “Giorno!”.

Disegna per me un pettirosso – su un ramo –
così sognerò di sentirlo cantare
e quando nei frutteti cesserà il canto –
ch’io deponga l’illusione.

Dimmi se è vero che fa caldo a mezzogiorno –
se sono i ranuncoli che “volano”
o le farfalle che “fioriscono”.
E poi, sfuggi il gelo sopra i prati
e la ruggine sugli alberi.
Dammi l’illusione che questi due – ruggine e gelo –
non debbano arrivare mai!

89de6e7cccf21d8bc0bf03cb5340f9a4

Al prossimo post

Daniela

Annunci

29 thoughts on “a quiet passion

      1. Io ho letto tutti i suoi libri, non è’ molto conosciuta! Credevo che ti piacerebbe anche Elisabeth von Arnim! ” anche di questa ho letto tutti i libri! Ciao e buon wend! Se guardi nel mio blog aprile 2015 la cito in uno dei miei post sul’ amicizia!

        Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...