ARTS & BOOKS · beauty & outfit

i colori secondo Cinzia

bill donovan tratto da the dress  doctor
bill donovan tratto da the dress code

Bentornate

Post velocissimo oggi! Se avete voglia di lettura non impegnative, da “consumare” il mattino nel tragitto della metro fino all’ufficio o  durante la vostra pausa pranzo o semplicemente quando volete voi , oggi vi propongo un libro guida per aiutarci a scegliere il guardaroba più adatto alla nostra persona partendo proprio  dai nostri colori… Ecco il Titolo:

cbc524de04782ae4be01b9cbe2ba3cd7

PIU’ BELLA CON I TUOI COLORI. La copertina è molto invitante dal disegno aggraziato e dai colori rosa sorbetto che virano al cipria.

Cinzia Felicetti, ci condurrà in un viaggio appassionante alla scoperta dei propri colori ideali, partendo dall’esame di pelle/occhi/capelli – le tonalità capaci di illuminare la carnagione, valorizzare i punti forti di ogni silhouette, interpretare un modo di essere o semplicemente l’umore del momento. Tra moda, bellezza e design, una guida per chiunque desideri trovare la sua bussola dello stile e crearsi un look “su misura”, (e finalmente niente sottomissioni alla moda di tendenza troppo standardizzata che non può star bene a tutte!) mirato  assieme al trucco giusto e a un ambiente in perfetta sintonia cromatica con la propria personalità.

Ripropongo  i consigli della scrittrice  a proposito del fototipo di pelle,poiché “ lo stile è anche una questione di sfumature”:

images.jpg

fototipo alla  Audrey Hepburn (pelle olivastra e capelli scuri) dovrebbero dimenticare per sempre il marrone medio e il beige  prediligendo il “Greige” Armani

images (2).jpg

fototipo alla  Grace Kelly  (pelle diafana occhi azzurri e capelli cenere) imparino ad evitare il nero scegliendo invece il grigio e il navy

images (1).jpg

fototipo alla  Katharine Hepburn (capelli caramello o rossicci o castano chiaro ), dovranno abolire il navy il grigio e il rosso e il bianco . Il loro incarnato, infatti, trionfa accanto alle gradazioni delle foglie d’autunno.

download (1).jpg

Infine, per il fototipo alla  Marilyn Monroe (lentiggini e  capelli biondo platino) niente bianco, sabbia o nero,  da  valorizzare invece le tinte più tiepide e primaverili.

Ma chi è Cinzia Felicetti?

Box-della-Home-Page_hp_canali_moda.jpg
foto dal  suo blog

Il libro l’ho scoperto di recente proprio partendo dalla ricerca di info recenti su di lei. Giornalista professionista, ha lavorato a lungo nei periodici Amica, Moda, Tutto, prima di approdare al mensile Cosmopolitan. Attualmente è responsabile editoriale del sito del mensile ELLE – dove ha un blog molto gettonato. Ecco il link per chi fosse interessata: link

Io l ‘adoravo già dai tempi in cui era direttrice del mensile d’arredamento Home (Hachette poi Hearst)  per il suo garbo, il suo linguaggio forbito e a tratti poetico. Mi piacevano gli articoli che sceglieva di pubblicare. Non leggerla più in Home per me è stato come perdere un privilegio.

Ovviamente ha scritto anche altri libri eccone alcuni:

al prossimo post : che siate bionde castane o rosse! Vi aspetto tutte!!!

Daniela

Annunci

13 thoughts on “i colori secondo Cinzia

  1. Ciao cara e buona giornata, oggi qui nel novarese c’è il sole, finalmente!
    Questo libro lo comprai e lo lessi anni fa e mi è stato molto utile. Raramente si
    pone attenzione ai colori, ed è un gravissimo errore, perché con la scelta giusta
    si fanno miracoli… .
    Buona giornata,
    Federica

    Liked by 1 persona

    1. grazie fede per aver condiviso con me il tuo pensiero sul libro…mi piace come scrive la felicetti, diciamo che leggevo i giornali da lei diretti mentre per i libri non ho ancora provato:-)
      ti auguro una buona giornata:-)

      Mi piace

  2. Verissimo non tutti i colori sono per tutte però purtroppo se vedo qualcosa che mi piace 😍 non so resistere e lo prendo lo stesso anche se poi alla fine lo metto poco perché non mi sta un granché…

    Liked by 1 persona

      1. I’m sure you have a personal calligraphy and the first step is to write a lot, for example copying a long text as a warm up. When the hand becames free then you can doodle and don’t matter if these are abstract or with no sense, like you were in a boring reunion. Then you can to depict some object that you can see around you. After some days you can to draw the same object. And finally one day you must try to depict it, but this time trhough your memory without the motif. Maybe you will not achieve a master level but you will ignite the passion for drawing. After that I would like you tell me what you feel. xoxo

        Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...