cook · decor

posate mania

 

 

20151203_172001.jpg
le mie posate di tutti i gg

forch Ciao a tutte/i,

buona domenica…… freddo da paura oggi….e ancora nuvole in cielo 😦

oggi  un post veloce  per rinfrescare un po’ il galateo e per offrire spunti creativi per la nostra casa.

Si avvicinano sempre più imminenti le feste e ci viene voglia di fare bella la nostra tavola. Il servizio quello buono non ce l ho però : i piatti li ho già sono bellissimi , quelle regalati dalla mamma di Chicco, appartenevano al nonno (li sfoggio ogni volta che faccio cene importanti…dal sapore retrò e un po’ regale, sono bianchi con fantasia che richiama la toile de jouy rossa cardinale.) Ma le posate? Volevo qualcosa all’altezza… impazzisco per quelle antiche in argento, la mise en table dal sapore retrò chic è adorabile. Sembra quasi un peccato sporcarle per mangiare!!!  Si trovano nei migliori flea market (mercatini dell’antiquariato)

Mi piacciono le tavole apparecchiate con piatti spaiati, calici e flute vecchi magari un po sbeccati, posate per l’appunto in argento decorato, tovaglioli ricamati a mano abbelliti da segnaposto hand made di natura bucolica , la tavola informale, che invita a non fare complimenti ma che nell’insieme,  poco costruito, crea subito festa.

20151203_172318.jpg
foto presa dalla rivista vivere country

Ma mi soffermo sulle posate.. ho scoperto che esistono posate vintage con lettere martellate sopra. Very lovely! È un modo per personalizzare un oggetto del quotidiano e impreziosirne la mise en table.Possono essere iniziali, frasi, parole, dediche… e la posata diventa un oggetto speciale. Ecco alcuni esempi scovati sul web:

ricordardiamo che: per mantenere il vostro servizio di posate d’argento in ordine, la cosa migliore da fare è utilizzare una custodia apposita, avvolgendo ogni singola posata in un panno di cotone per evitare che queste si ossidino. Confesso che faccio parte di quella categoria di persone che alle cene di gala non sa mai che forchetta usare…. Ecco allora rinfreschiamo nozioni ovvie del galateo (da tenere a mente!):

a seconda che si mangi della carne o si debba semplicemente spalmare del burro sul pane, andremo a scegliere un coltello dalla lama dentata o liscia. Oppure nel caso si opti per un gustoso piatto di pesce, sarà necessario avere il coltello adatto, fortunatamente facilmente riconoscibile  a tavola. Infine anche nel caso si debba tagliare un appetitoso dolce, sarà necessario utilizzare il piccolo coltello da frutta e da dessert, piccoli accorgimenti che vi permetteranno di gustare con ancora maggiore gusto i manicaretti della cucina. Per quanto riguarda la forchetta, questa è standard, a meno che non si scelga di utilizzare una forchetta piccola per il dessert. Il cucchiaio invece si distingue naturalmente tra cucchiaio da caffè e cucchiaio da zuppa. Precisiamo qui che il cucchiaio da caffè può contenere circa 5 ml di liquido, mentre quello da zuppa 15 ml, che equivalgono a 0,1-0,5 grammi di sostanze in polvere.

E vi lascio con degli interessanti spunti sempre sul web, per come reinventare e riadattare un cucchiaio o una forchetta:

ricicclo_posate_5_quadretti.jpg

inseriti all’interno di una cornice, acquistano un aria chic:

riccilo_posate_2.jpg

piegati diventano comodi appendini:

 

al prossimo post

Daniela

 

Annunci

One thought on “posate mania

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...