TRAVEL

VERONA, SEI TU LA MIA CITTA’

verona.jpg

Ciao care/i,

avevo anticipato nei primi post che  Verona è la mia città. Abito a circa mezz’ora dalla città in un paesino di campagna però a Verona cerco di andarci spesso per una mostra, per lo shopping, per una cena speciale o semplicemente per una passeggiata.

Non starò qui a enumerare le bellezze da vedere a Verona.La città resa celebre da Shakespeare dove ambientò la tragedia d’amore più famosa del  mondo, quella di Romeo e Giulietta,  Quindi non aspettatevi che decanti la maestosità dell’Arena, l’eleganza di piazza delle Erbe o di piazza Bra, la meraviglia architettonica di San Anastasia e il suo Pisanello all’interno, il romanticismo che si respira appena si intravede la Casa di Giulietta, (sempre la coda di turisti lì a tutte le ore di ogni giorno!), posto speciale per una coppia, da consigliare come gita fuori porta per il giorno o il week end di San Valentino, con Verona in love, dove tutte le vie si colorano di cuori rossi, palloncini in cielo, negozi e banchetti pieni di cose dolci da regalare. Un anno io e Chicco, (nel 2009 se non erro) abbiamo passato una giornata speciale,San Valentino, incidendo i nostri nomi sul muro della Casa Dell’eroina Capuleti, come tutte le coppie innamorate, abbiamo fatto la visita guidata dentro l’abitazione (ormai ricostruita tutta. Un anno ho visitato pure la mostra temporanea dell’artista Dall’oca Bianco), ci siamo fatti fare la foto sotto la celebre statua di Giulietta, per finire a vedere al teatro Camploi la Geppy che presentava il suo libro.

dani.jpg
io all’interno della casa di Giulietta

Va bè questa è un’altra storia, mi sono lasciata trasportare dal romanticismo come al solito.

OK, torniamo a noi, oggi vi parlo di Castelvecchio.

castelvecchio-verona.jpg

E’ collegato al ponte scaligero, uno dei ponti più belli della città .La fortezza venne fatta erigere nel 1354 da Cangrande della Scala.

cangrande nel cortile del castello.JPG
statua equestre CANGRANDE

Restaurato e allestito tra il 1958 e il 1974 con il progetto di Carlo Scarpa, il museo si sviluppa in 29 sale distribuite su vari livelli e vi sono esposti oggetti paleocristiani, reperti di oreficeria longobarda, opere scultoree dal X al XIV secolo, armi ed armature medievali, dipinti dal Trecento al Settecento. Il Museo non è molto grande ma ci sono almeno 20 capolavori degni di nota: tra questi la Sacra Famiglia di Mantegna, il Fanciullo con con Pupazzo di Caroto, il Ritratto femminile di Rubens, La Madonna della quaglie attribuita al Pisanello, San Girolamo penitente del Bellini e molti altri.

caroto.jpg Caroto Fanciullo con pupazzo

madonna con la quagliaPisanello Madonna della quaglia

L’ho visitato gratuitamente  in occasione della festa della donna, qualche anno fa, ero con le amiche , poiché come la maggior parte delle esposizioni permanenti all’interno dei musei, nelle feste particolari dell’anno, propongono questi agevolazioni (biglietti omaggio o scontati) per incrementare l’affluenza di visitatori. E’ piaciuto moltissimo a me e ad Anna. E’ stato un colpo al cuore sentire qualche giorno fa al tg che tre uomini armati e a volto coperto sono entrati e hanno rubato importantissimi dipinti di Pisanello, Mantegna, Tintoretto, Rubens, Bellini, de Jode, Caroto e Benini. Tra questi, 11 capolavori della storia dell’arte eccone alcune foto:

Sembra si trattasse di gente esperta, che ha studiato il momento opportuno per attuare il colpo, nel momento in cui solo due addetti erano nell’edificio e che abbiano calcolato il furto al fine di portare queste opere in altri siti culturali.

Non sarà una delle notizie più tristi del periodo lo ammetto, aprendo un qualsiasi giornale o una pagina di internet, gli orrori del terrorismo è onnipresente purtroppo,  ma sentire che  gente priva di scrupoli e avida  ci depreda della nostra arte, delle nostre opere migliori conservate a Verona, mi rammarica notevolmente.

Ma Verona non è solo arte e architettura, è shopping, è divertimento, è buon cibo, è magia in una sola parola.

Vi lascio alcuni indirizzi interessanti , ormai le mie tappe fisse ogni volta che vado a Verona , posticini del cuore…

Adoro il te, le tisane, gli infusi, ormai è chiaro no?! I miei preferiti sono gli infusi di frutta, privi di teina, profumatissimi e dolcissimi, e un posto speciale dove trovarne per tutti i gusti,dai te neri, ai roibos, dai te bianchi alle confezioni già preparate da regalare coordinate di tazze e accessori per una pausa da re, è  il Peter’s tea House. Me lo ha consigliato Michy, un ‘ amica. È in via Dei Pellicciai ecco il link.peter s tea house

peter

Appena Si entra gli occhi si rilassano alla vista dei barattoloni grandi pieni di te e tisane sfuse. Come le drogherie di un tempo, dotate pure di bilance d’ottone a due piatti. Commesse preparate ti raccontano con cosa è fatto ogni te,  ti fanno sentire il profumo e in base a quello scegli se lo vuoi comprare o meno. Nei giorni feriali m’è capitato che mi venisse offerto un sorso di te caldo preparato da loro, tenuto tiepido all’interno di un alambicco capiente . Ottimo  no?!

Ma Verona è anche cibo buono. Sono celiaca e per me, diagnosticata da pochi anni, non è facile trovare un posto dove cenare fuori da casa ! nel prontuario dell AIC ho scoperto un posticino carinissimo specializzato in cucina vegana, vegetariana, etnica e anche senza glutine. La Fata Zucchina. Il posto è piccolino, a pochi passi dal centro, arredamento minimal, proprietari estrosi e di compagnia  (sono marito, moglie, concorrente a master chef  qualche anno fa e scrittrice pure di libri e infine figlia giovane), disposti a spiegare dettagliatamente il menu e raccontare aneddoti della loro vita invidiabile.Ho mangiato le migliori uova con crema di porro e funghi. In una cocotte di coccio .Chi le dimentica!!!

fata zucchina

fata

E se la lettura,  il te Twinings e i macaroons fanno al caso vostro , fermatevi al Minotauro.Libreria a pochi passi Da piazza Erbe, che è diventata anche coffee bar. Si trovano spesso occasioni imperdibili su libri classici a buon prezzo !

minotauro.jpg

minotuaro

Ma non basterebbe un solo post per raccontarvi i miei special place di Verona….Se ancora non la conoscete, venite…ne vale la pena…

Daniela

Annunci

One thought on “VERONA, SEI TU LA MIA CITTA’

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...